La settimana del dono alla sprovvista

Festivi cittadini!
Oggi il ministro delle feste comandate e' rovinosamente inciampato su una colomba senza canditi scappata dalla sua consueta ricorrenza, ed ha battuto proprio forte il ginocchio.
 Indiciamo quindi dal 16 al 22 gennaio la settimana del regalo alla sprovvista!
Per rendere giustizia ad ogni giorno feriale che passa inosservato, ad ogni bambino che ha ricevuto l'ennesimo pigiama, per tutti quelli che non sono rimasti soddisfatti dalle ferie natalizie, per tutti quelli che odiano le feste e per quelli che le amano troppo e non gli basta mai ma soprattutto per sentirci di nuovo il cuore colmarsi di amorevole gentilezza e sorprendere altri umani bisognosi di attenzione e sensibilita'. Proponiamo quindi, bislacchi babbi natali, un assalto all'amarezza, un agguato all'accidia, uno scossone al gelso frutticolmo!
Attaccheremo cosi': gli aspiranti gioiafondai confezioneranno con le proprie manine un dono speciale, ognuno sfruttando le proprie inclinazioni poetico-artistico-culinario-ingegneristico-musico-floreali (possibilmente usando materiali riciclati). I doni verranno poi elargiti, anzi, scagliati verso gli ignari riceventi con slanci d'amore, dediche in rima e cariole di abbracci.
Questa e' l'occasione giusta per iniziare a salvare il mondo! O perlomeno iniziare bene la giornata...
Fotografate il vostro manicaretto, regalatelo ad un passante sconosciuto che incrociate per la via e poi spedideci un raccontino fotodocumentato da condividere con tutta la cittadinanza alcatrazziana.
PS. Queste non sono regole ma semplici suggerimenti. La settimana del dono alla sprovvista e' libera e creativa! Raccontatecela vi preeego!