ecologia

Ecoshow ad Alcatraz!

 

Dal 23 al 25 maggio 2012
 
 
Dopo il grande successo delle edizioni 2010 e 2011 torna, dal 23 al 25 maggio 2012, Ecoshow:
  • Una formula (evento on-line con confronto in diretta tra esperti e pubblico) innovativa e originale;
  • Pensato sia per quanti sono interessati a trovare risposte e indicazioni per sé e per la propria famiglia, sia per le aziende e i professionisti dei settori dell’ecologia e dell’ambiente;
  • Un confronto diretto e interattivo con esperti internazionali, docenti universitari, manager.
… E, in più, interviste, incontri, performance di artisti, attori, cantanti.
L’edizione 2011 di Ecoshow è stata seguita da più di 20.000 utenti unici, facendola diventare, nelle giornate  di programmazione, la terza web TV più vista al mondo e la prima nella categoria no profit.
Tutto questo è Ecoshow!

L'ospite che dopo tre giorni puzza (il riscaldamento globale in 26 secondi)

 

 

La terra nasce 4.570.000.000 anni fa.
240.000.000 di anni fa le prime lucertole iniziano a prendere il sole integrale.
Il cavallo concima i campi da 55.000.000 di anni.
L’uomo, tenendoci larghi, appare solamente 200.000 anni or sono…
Ultimamente fa un sacco d’invenzioni strane: il salvagoccia per il lavandino, le mutande da uomo strette che portano alla sterilità, il touch screen, le unghie finte, il detersivo che fa tlin e le scarpe che storcono le dita dei piedi…
Sessant’anni fa sorge un nuovo continente di plastica nel Pacifico.
Facendo i calcoli risulta che rispetto alla vita della terra, l’essere umano è suo ospite da uno 0,004% di tempo. E in meno di vent’anni le ha fatto venire la febbre!
Bhè? E’ così che si fa con chi ci accoglie, sfama e sopporta pazientemente?
 
Eco-cittadini! Siamo tutti invitati a condividere le nostre eco-scelte. Scambiamoci in questo spazio, suggerimenti per guarire il pianeta (e quindi noi stessi). Io, per esempio, ho il camino e lavo i piatti con la lisciva (cenere bollita), non fa le bolle arcobaleno ma in compenso ho salvato la vita a moltissime sardine, animali che amo infinitamente (sul pane col burro).
Riciclaggio, riuso, detersivi fai da te, biciclette, orto in balcone e chi più ne ha più ne metta! Aspetto i vostri consigli!
Commentate oppure scrivete a info@repubblicadialcatraz.com ed i vostri suggerimenti verranno pubblicati sul sito in ECOLOGIA CASALINGA.
 

Odor di nucleare!

InformatiCittadini!

Vista la doppia cittadinanza a cui sono (volenti o nolenti) legati la maggioranza dei nostri allegri cittadini, il nostro consiglio dei maldestri ha deciso di impegnarsi affinche' l' italianezza di molti alcatrazziani possa in qualche modo essere "piacevole".

Dopo lunghe ponderazioni ecco il verbale della campagna di incoraggiamento messo su carta da un certo ministro ambidestro.

"Vi e' chiesto di votare rispetto a importantissimi eventi riguardanti il vostro futuro, quello dei vostri bambini, i vostri cari, delle zucchine, i polli, l'erba del vicino, gli asfodeli e le mozzarelle e questo e' probabile che gia' lo sappiate. Ma ai tradizionali veicoli d'informazione pare che non glielo abbia ancora detto nessuno ed e' per questo che la Libera Repubblica di Alcatraz lancia la campagna:

"PORTACIPURELAZIA CONLASCUSADELLAFRACOSTAINOFFERTA!!".

 

Per sapere cosa ne pensano i nostri espertiquelliveri consultate questi articoli (evvivailweb!):

http://www.jacopofo.com/a-proposito-referendum-energia-nucleare-giugno

http://www.jacopofo.com/schizofrenici-nucleari-chernobyl-fukushima-giappone

Dall'11 al 13 maggio Ecoshow: Ecologia, caccia al tesoro on-line e gara di riciclo!

 Dall'11 al 13 maggio su Ecoshow www.ecoshow.it andrà in onda il primo evento completamente on-line e in diretta che parla di ambiente e di ecologia. Per tre giorni, dalle 15 alle 18, ospiti internazionali, esperti, consulenti parteciperanno ad incontri, conferenze, seminari e spettacoli on-line in diretta sul sito di Ecoshow. I visitatori e gli utenti di www.ecoshow.it potranno interagire in tempo reale, via e-mail o SMS, con i protagonisti, per commentare, porre domande, partecipare a concorsi a premi. Il tema di questa edizione è Ridurre, Riusare, Recuperare/Riciclare, un argomento di grande importanza e urgenza. Per scaricare il programma completo clicca su http://www.ecoshow.it/images/documenti/programma.pdf. E inoltre, un'area espositiva con alcune tra le più importanti aziende del settore, dove vedere le ultime novità ed entrare direttamente in contatto. News sul mondo dell'ecologia, una Sala Stampa, un'area dedicata all'Arte per l'ambiente.

 

I CONCORSI A PREMI:

 

1. CACCIA AL TESORO

Una straordinaria ed avvincente caccia al tesoro on-line attraverso mondi fantastici che vede in palio 20 week end per due persone ad Alcatraz (www.alcatraz.it). Alle ore 15 dell’11 maggio verrà pubblicato sul sito www.ecoshow.it un annuncio dell’inizio del gioco contenente un link che vi condurra’ all’ingresso di questa realta’ parallela, insieme al link vi sara’ la spiegazione dettagliata della prima delle dieci prove da portare a termine. Il resto verra’ svelato solo durante il gioco. I primi venti a completare con successo le dieci missioni otterranno un fine settimana per due persone (2 giorni di pensione completa) presso l’associazione Cacao, Libera Università di Alcatraz, situata in Santa Cristina 53, frazione di Gubbio, Perugia. Detti fine settimana potranno essere consumati durante tutti i periodi di apertura del centro ad eccezione di Capodanno, Pasqua, 7-25 agosto. Il premio dovrà essere riscosso entro 12 mesi.

 

2. Concorso Riciclarte

Una sfiziosissima gara di fantasia che servira’ anche per scambiarci dei buoni consigli: si tratta di creare un manufatto originale realizzato esclusivamente con materiali riciclati ovvero reinventando l’utilizzo di oggetti di scarto. Le immagini delle opere realizzate dovranno giungere alla casella e-mail di Ecoshow (info@ecoshow.it) entro e non oltre il 12 maggio alle ore 24. Una giuria composta da Bruno Paterno, Andrea Mulini e Jacopo Fo designerà a maggioranza quali saranno le 10 opere migliori. Ai primi 5 classificati verrà assegnato come premio un fine settimana presso l’associazione Cacao, Libera Università di Alcatraz (www.alcatraz.it).

 

Insomma, un evento ecologico, utile, etico e divertentissimo, assolutamente da non perdere. Ti aspettiamo dall'11 al 13 maggio su www.Ecoshow.it.

 

Vecchia lampadina, addio!

 

Di Rosaria Guerra

 

Ogni volta la stessa storia. Lei fa capolino dalla buchetta della posta e voi fate finta di non vederla sperando che se ne torni da dove è venuta. Oppure, con mossa da prestigiatore, la infilate nella buchetta del vicino pregando che in un attimo di disattenzione la paghi anche per voi.

Se la bolletta dell’energia elettrica è il vostro incubo ricorrente, è giunto il momento di spegnere le lampade a incandescenza e fluorescenza che illuminano la vostra casa e sostituirle rapidamente con delle lampade a Led.

Costituite da semiconduttori che trasformano direttamente la corrente elettrica in luce, i Led presentano numerosi vantaggi rispetto alle sorgenti luminose tradizionali. Le lampade a Led sono più compatte e resistenti agli urti, alle vibrazioni e alle variazioni di temperatura; si accendono istantaneamente, durano molto più a lungo (fino a 100.000 ore), non inquinano e, cosa rilevante per il nostro portafoglio, risparmiano fino all’80% di energia.

Disponibili in un’ampia gamma di colori e dimensioni, i Led contribuiscono ad arginare l’effetto serra perché emettono minore quantità di anidride carbonica nell’atmosfera e consentono di contenere il volume dei rifiuti elettrici. Inoltre, quando sono accesi, i Led non hanno effetti nocivi sulla nostra salute perché sono privi di mercurio e di raggi ultravioletti.

Una normativa dell’Unione Europea prevede che in Europa entro il 2012 tutte le lampade ad incandescenza siano eliminate (quelle alogene a partire dal 2016) e che vengano sostituite da soluzioni di illuminazione a basso consumo energetico.

La tecnologia Led è una soluzione testata, efficiente ed innovativa, che offre grandi possibilità di risparmio senza rinunciare alle esigenze del design creativo ed è al tempo stesso ecocompatibile.

Se non sapete come fare per passare al Led, rivolgetevi a quelli di Ecofiera.it: si tratta di un gruppo di professionisti esperti nella ricerca e nella diffusione delle eco tecnologie che stanno ottenendo brillanti risultati con numerose amministrazioni comunali di tutta Italia nella riduzione dei costi per l’illuminazione pubblica.

Sul portale www.ecofiera.it trovate i contatti utili per richiedere una consulenza che consente di migliorare rapidamente l’efficienza energetica anche tra le mura di casa vostra con le soluzioni  più convenienti e affidabili presenti ora sul mercato e la possibilità di ottenere finanziamenti al 100% attraverso gli incentivi statali.

Ecofiera propone anche un contratto di energia elettrica per i privati: basta scaricare, compilare e spedire un modulo per scegliere un produttore che sfrutta “energia verde” ovvero prodotta da fonti energetiche rinnovabili e godere inoltre di un prezzo di acquisto scontato rispetto a quello offerto dagli altri fornitori.

Che aspettate? Basta un piccolo gesto: svitate le vecchie lampadine e avvitate le nuove. Dormirete sonni tranquilli fino alla prossima bolletta, lieti di aver fatto qualcosa di concreto per la vostra salute e per quella del pianeta.

 

ECOFIERA

Di Rosaria Guerra

Per dirla con lo statunitense Jeremy Rifkin, esperto mondiale nella ricerca delle fonti di energia alternativa, siamo alle soglie della “terza rivoluzione industriale”: una nuova epoca in cui non ci troveremo più costretti ad acquistare a caro prezzo il petrolio, il metano, il carbone e l’ uranio, peraltro in mani a pochi privilegiati. Nel prossimo futuro ognuno di noi potrà produrre in modo autonomo la propria energia e scambiarla con gli altri attingendo a fonti rinnovabili e accessibili a tutti come il sole, l’acqua, il vento e perfino i nostri stessi rifiuti.
Tutto questo si tradurrà in risparmio energetico, in maggiore sostenibilità ambientale e climatica per il nostro pianeta e in una crescita economica che creerà interessanti prospettive per i pionieri dell’innovazione tecnologica.
Ma come trovare la soluzione che fa al caso nostro?
Il gruppo di Ecofiera si propone come punto di riferimento per guidare il cliente nel labirinto delle offerte ecotecnologiche e per aiutarlo a scegliere quelle che si adattano meglio alle sue esigenze. Si tratta di una rete dinamica e qualificata di professionisti: ingegneri, manager ed esperti in negoziazione e marketing in grado di fornire i migliori prodotti e servizi italiani e stranieri.
Rivolgendovi ai professionisti di Ecofiera saprete tutto ciò che dovete fare per costruire o comprare una casa ecologica all’avanguardia, ristrutturarla o migliorarne l’efficienza energetica.
Ecofiera offre una consulenza professionale, una valutazione energetica e un preventivo dei costi “chiavi in mano”, con la possibilità di chiedere un piano finanziario dettagliato e di ottenere un finanziamento al 100% per alcune tecnologie come i pannelli termici e fotovoltaici.
Ma la rivoluzione ecologica non interessa solo le nostre case. Ecofiera si propone anche all’Amministrazione Pubblica per realizzare interventi complessi che garantirebbero un immediato risparmio energetico ed economico nei vari Comuni. In Italia ci sono infatti centinaia di milioni di lampadine nelle strade, negli uffici, nelle scuole e negli ospedali che si potrebbero sostituire con modelli a Led ottenendo un taglio drastico e permanente dei costi dell’elettricità.
Quelli di Ecofiera possono dirvi come installare paratie antirumore senza danneggiare l’ambiente e aiutarvi a valutare l’installazione di pale eoliche per produrre energia elettrica. In diversi territori si possono realizzare anche impianti di produzione di biogas utilizzando il letame degli animali, le acque di fogna e i rifiuti umidi.
Tutte le aziende produttrici e installatrici proposte da Ecofiera sono testate e selezionate, lo standard di qualità di prodotti e materiali certificato e i servizi offerti molteplici, dalle ricerche di mercato all’importazione e alla commercializzazione delle tecnologie più efficienti disponibili sul mercato italiano ed estero.

Giornata mondiale dell'albero allegro

Sensibili cittadini
La libera repubblica di alcatraz è il definitivo distacco dalla stupidità,l'accidia e la noia dello stato italiano e la creazione di una rete di persone frizzanti, poetiche e soprattutto umane.

Per questo come abbiamo detto NO al nucleare, così declamiamo con voce decisa NO all'albero insoddisfatto! No all'albero imbellettato e potato a forma di siluro! No all'albero pieno di pesticidi e veleni coi frutti pitturati di rosso che sanno di mozzarella sciapa! No all'albero circondato da palazzi grigi, scemi e ecoillogici che l'unico profumo che sente è quello di qualche regalino dei cani del quartiere!
Oggi indiciamo la Giornata Mondiale dell'Albero Allegro!
Quì sulle colline di Alcatraz ce ne sono migliaia: ad esempio c'è un ciliegio pieno di bambini e vecchietti che si sono arrampicati e si fanno la guerra sputandosi i noccioli, poi c'è un olivo con un'amaca appesa che oltre ad essere allegro è anche molto saggio perchè lì sotto ti vengono un sacco di idee geniali. Più in la c'è un faggio vecchissimo dove d'estate si posano decine di farfalle che se ci passi vicino svolazzano tutte contemporaneamente e ti fanno girare la testa. Proprio adesso c'è un albero alto almeno quindici metri in fiore pieno di api ed insettini canterini che più allegro non si può! Per non parlare degli alberi pieni di nidi, altalene, casette di ragazzini e resine profumate e medicamentose!
Per una buona volta puoi contribuire senza pagare un eurino: trova un albero allegro o fanne sorridere uno e mandaci una foto a "info at repubblicadialcatraz.com" e la pubblicheremo sul sito ufficiale della Libera Repubblica di Alcatraz.

e ricordati che dobbiamo agli alberi ogni nostro sospiro di sollievo!

 

Questo è l'albero allegro che ha fotografato Lucilla Lauricella:

LUI è UN ALBERO DAVVERO MOLTO ALLEGRO...a giudicare dalla sua espressione sorridente e un po' birichina!
l'ho trovato a Lucca e per questo l'ho chiamato  LINCHETTO, dal nome di un folletto che si dice dimori a Lucca! (D.Larkin, Fate)

così è entrato a far parte della ormai numerosa famiglia delle "Facce degli Alberi" (www.lefaccedeglialberi.it)
Non poteva proprio mancare per la giornata dell'Albero Allegro!
ALLEGRAMENTE!
Lucilla Lauricella
Firenze

 

Questa è la compatta allegria dell'albero di Mario Fulciniti:

quest'albero pare sia allegro. Essere un bonsai è una discriminante?

un saluto,

Mario

 

 

Un futuro splendido splendente

Incantevoli cittadini
ho comprato le scarpe adatte e dopo aver a lungo cercato il luogo giusto, ho sono deciso di andare a correre. Con la musica spagnola nelle orecchie mi sono messa a correre nel parco del lungotevere a pochi chilometri da Alcatraz. Era tutto perfetto: il sole, i profumi, gli alberi, il viottolo alberato, i bambini che giocavano... Giocavano si, ma non si facevano mica il bagno! Ci credo, il Tevere fa schifo! Siamo riusciti ad avvelenarlo ed ora scorre moribondo mescolandosi a quella melma grigia! Probabilmente i nonni racconteranno a quei bambini di quando si tuffavano e si facevano la guerra con l'argilla ed allora quei nipotini a volte, di nascosto dai genitori, intingono un piede in quella zozzeria immaginando l'ebbrezza che provavano i nonni.    Allora ho pensato: che forse un giorno i bambini di oggi porteranno i loro figli e nipoti al fiume a fare il bagno e gli racconteranno di quando non si poteva? Ma si! Io ci credo! Andiamo nella direzione giusta, stiamo diventando sempre più coscienti: presto il Tevere sarà di nuovo pulito e quando saremo vecchietti con la sua argilla ci faremo la maschera di bellezza!

Coraggio cittadini rimbocchiamoci le maniche e diamo il buon esempio!
Usate lo spazio per i commenti a questo post per raccogliere consigli ecologici!
Con irrefrenabile stupore,
la presitonta

GIORNATA MONDIALE DEI PIANTATORI DI ALBERI

Sinceri cittadini,

Il 31 settembre sarebbe la giornata mondiale dei piantatori di alberi, credevo fosse oggi ed invece non è arrivato. Ho controllato tutto il calendario ma del 31 settembre nessuna traccia! Eppure se oggi è il primo ottobre ieri... mha!

Bando alle ciancie! Quella che segue è la proposta di Marianne riguardo la piantazione arbolesca, che ne pensate? A me sembra stupendo!

"Salute! Liberi cittadini!

 Vorrei proporre alla Repubblica di Alcatraz di far rinascere una bellissima legge che la repubblica italiana ha da tempo dimenticato...piantare un albero per ogni bambino nato nella repubblica ...per cui innanzi tutto un albero per Mario, e un albero per Diana...perchè:

mettiamo le radici ai nostri figli in una terra libera e spensierata

quando mio figlio avrà tre anni anche l'albero avrà tre anni...e potrà vederlo crescere come se fosse un suo amico...ed è stupendo

potrà curarlo e innaffiarlo

ci sarà aria più pulita per un essere vivente nuovo sulla terra

per il protocollo di kyoto :))

per i nidi degli uccellini e gli scoiattoli

...potete continuare voi!!!

ah, dimenticavo...vorrei anche che l'albero avesse la targhetta del suo bambino.

allora accettate?

un bacio dalla famigliola! "