ministero della sdifesa

Appello urgente dell'Ambasciatore a Dakar nonchè Ministro della Sdifesa: Enrico Muratore

 

Pregiatissima Cav. Comm. Eccellenza la Presidentissima di Alcatraz, e consiglieri comunali tutti,
 
veniamo noi con questa mia addirvi una parola che scusate se sono poche ma quattro milioni sette cento mila euri di debiti pregressi rendono le mie funzioni di rappresentanza in loco impossibili di fronte all’assedio di creditori ed esattori, mendicanti e scrocconi, testimoni di Geova e venditori ambulanti, anche perchè ci hanno ormai tagliato pure la luce (scrivo da un bar) e l’acqua (bevo vino in pacchetto), senza dimenticare che il traffico di visti è fallito perchè Alcatraz è un enclave senza uno straccio di aeroporto e nessuno ci vuole emigrare, e abbiamo anche provato a vendere rifiuti compresi rifiuti tossici (batterie usate della Ford Escort) ma allo stato attuale delle cose il mercato locale è già saturo di gente che gratta nei cassonetti e nelle discariche e non c’è più un cane che mi fa credito.
 
Pertanto, al fine di motivarvi ed incentivarvi maggiormente ad assumere le vostre responsabilità rivoluzionarie e solidali verso i paesi in via di sviluppo e soprattutto le necessità dei vostri ambasciatori in loco (tanto più quando tengono doppia famiglia, genitori e nonni e suoceri ancora tutti viventi e a carico, mutuo della casa, mutuo della seconda casa costruita direttamente sulla spiaggia, mutuo del SUV, mutuo dei SUV delle due famiglie, conto di quattordici mesi da pagare alla società di noleggio per le smart prestate a un paio di amiche, regalo a Renzuccio mio che fa 10 anni a agosto e ci compro un SUVa credito anche a lui, mutuo dei maxischermi al plasma, mutuo della laurea comprata in Gambia, avvocato, fiscalista, psicanalista, preparatore fisico, igienista dentale, idraulico, biglietti aerei e hotel vari da pagare, mance da distribuire, voti da comprare), e vista :
 
-          la Costituzione consuetudinaria sul modello inglese della Repubblica di Alcatraz (principi generali del diritto alcatrazziano « A communi observantia non est recedendum »; « Abusus non tollit usum » ; « Adtemptata pudicitia »; e soprattutto « In illiquidis non fit mora » nonchè « Inadimplenti non est adimplendum”);
 
-          la legge ministeriale (Min. Sdifesa e Disinvasione/ Stappamento di paesi terzi e barbari, Gazzetta Ufficiale dell’allora Regno di Alcatraz, serie 1842 volume 12 pp. 32011 a 16892, quarto paragrafo) n. 138265 del 17 dicembre 1842, capitolo XXXIV, articoli 78 a 293, comma 2 ;
 
-          il regio decreto dittatoriale applicativo « Emolumenti e prebende agli ambasciatori e parentela e amanti » n. 89752300058 del 18 dicembre 1842, titolo IX, capitoli VI a XI, articoli 399 a 1208, comma primo ;
 
-          la legge paleo-cardinalizia « Immunità scontata per concussione estorsione diserzione alto tradimento traffici con valigette abigeato atti osceni dita nel naso scoregge rutti sputi bestemmioni » del Codice canonico dell’abbazia Alcatraziana di Casa del Diavolo AD MDCLXXII, articoli XII a MMDCCCLXXXI, paragrafo secondo, comma LXVII;
 
-          e la circolare interna n. 9852147536/bis dell’Ambasciata adottata in data odierna 19 luglio 2012, precisando l’ammontare dei compensi dell’ambasciatore a tutt’oggi (considerati arretrati ed interessi) alla modica cifra di 9 milioni 203.097 euri più un vitalizio per le spose e per i figli e per genitori fratelli suoceri e parenti fino al terzo grado di 8.500 euri/ mese, effettivo in data odierna, reversibile in caso di decesso fino ai parenti di 24o grado) ;
 
Dichiaro che se entro due mesi non ci fate sto bonifico, per il momento mi limito allo « stato provvisorio d’indipendenza del futuro Libero Impero di Reubeuss», ma dopo finiro’ che m’incazzo davvero e lo faccio sul serio l’Impero Indipendente di Rebeuss (prigione dove qui sbattono insolventi e delinquenti senza un soldo vari), e se venite a Dakar all’hotel dovrete andare e non certo a casa mia, perchè MI HANNO SFRATTATO PER COLPA VOSTRA maledetti no-global che non siete altro!!!
 
Intanto sto già preparandomi per la cerimonia d’indipendenza (vedete foto e notate lo scettro imperiale). 
 
Ma se mandate anche un primo acconto di sei-settecentomila euri in biglietti di piccolo taglio vi perdono e la crisi puo’ ancora rientrare, ma non tirate troppo la corda ok ?
 
Con i miei più deferenti omaggi
 
Enrico
(Sua Eccellenzissima l’Ambasciatore provvisorio plenipotenziario della Libera Repubblica di Alcatraz a Dakar)

Enrico Muratore: Ministro della sdifesa.

Enrico Muratore, attuale ambasciatore a Dakar si propone come ministro della Sdifesa opportunamente equipaggiato di Scannoni Arrugginiti! Che ne pensate?

 

 

Gianni RODARI

Il paese con l'esse davanti

 

Giovannino Perdigiorno era un grande viaggiatore. Viaggia e viaggia, capitò nel paese con l'esse davanti.

- Ma che razza di paese è? - domandò a un cittadino che prendeva il fresco sotto un albero.

Il cittadino, per tutta risposta, cavò di tasca un temperino e lo mostrò bene aperto sul palmo della mano.

- Vede questo?

- È un temperino.

- Tutto sbagliato. Invece è uno «stemperino», cioè un temperino con l'esse davanti. Serve a far ricrescere le matite, quando sono consumate, ed è molto utile nelle scuole.

- Magnifico, - disse Giovannino. - E poi?

- Poi abbiamo lo «staccapanni».

- Vorrà dire l'attaccapanni.

- L'attaccapanni serve a ben poco, se non avete il cappotto da attaccarci. Col nostro «staccapanni» è tutto diverso. Lì non bisogna attaccarci niente, c'è già tutto attaccato. Se avete bisogno di un cappotto andate lì e lo staccate. Chi ha bisogno di una giacca, non deve mica andare a comprarla: passa dallo staccapanni e la stacca. C'è lo staccapanni d'estate e quello d'inverno, quello per uomo e quello per signora. Così si risparmiano tanti soldi.

- Una vera bellezza. E poi?

- Poi abbiamo la macchina «sfotografica», che invece di fare le fotografie fa le caricature, cosi si ride. Poi abbiamo lo «scannone».

- Brr, che paura.

- Tutt'altro. Lo «scannone» è il contrario del cannone, e serve per disfare la guerra.

- E come funziona?

- È facilissimo, può adoperarlo anche un bambino. Se c'è la guerra, suoniamo la stromba, spariamo lo scannone e la guerra è subito disfatta.

Che meraviglia il paese con l'esse davanti.